Pinacoteca Alberto Martini e Gamco

La Pinacoteca dedicata ad Alberto Martini (Oderzo 1876 - Milano 1954) nasce idealmente nel 1971 con la donazione del celebre Autoritratto (1911) da parte della vedova Maria Petringa. L’esposizione conduce oggi il visitatore alla scoperta dei raffinati lavori grafici e pittorici del celebre artista, colto e amante di tutte le arti, dalla musica a...

La Pinacoteca dedicata ad Alberto Martini (Oderzo 1876 - Milano 1954) nasce idealmente nel 1971 con la donazione del celebre Autoritratto (1911) da parte della vedova Maria Petringa. L’esposizione conduce oggi il visitatore alla scoperta dei raffinati lavori grafici e pittorici del celebre artista, colto e amante di tutte le arti, dalla musica al teatro, al cinema. L'artista declina la propria intensa attività creativa e progettuale collaborando con le più eminenti personalità del mondo artistico, poetico e letterario del suo tempo. 
Notevoli le sue illustrazioni de La Secchia Rapita di A. Tassoni, de La Divina Commedia di Dante e le raffinatissime chine ispirate ai Racconti di Edgar Allan Poe (1905-09), intrise di quel cupo mistero fantastico che porterà Martini al surrealismo. 
La Pinacoteca accoglie anche la sezione dedicata alla pittura veneta sul territorio tra fine Ottocento, Novecento e contemporaneo: la GAMCO (Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Opitergina). La cospicua collezione dedicata all’artista ed intellettuale Tullio Vietri (1927- 2016) è invece ospitata ed esposta permanentemente nella Biblioteca di Oderzo.

Maggiori info

Pinacoteca Alberto Martini e Gamco  Non ci sono prodotti in questa categoria.